L'informatizzatore

Facebook profili contro pagine

facebook profili contro pagine

La quarta lezione del corso di Web 2.0 ha avuto come oggetto Facebook, in particolare Facebook profili contro pagine.

Dopo aver spiegato brevemente la genesi di Facebook, ci siamo addentrati nella differenza tra profili e pagine.

Perchè usare una pagina anzichè un profilo?

1) Nessun blocco

Aggiungere troppi amici tutti insieme per far salire la popolarità del proprio profilo comporta dei rischi di blocco e sospensione delle richieste di amicizie. Il periodo più breve di blocco è di 30 giorni, e se siete recidivi, Facebook può bloccare il profilo. Le pagine non sono soggette a blocchi, a meno che non pubblicate contenuti offensivi che possono essere oggetto di segnalazioni da parte degli utenti.

2) Nessun limite sui fan

Un profilo Facebook consente al massimo di aggiungere 5000 amici. Una pagina non ha limiti sul numero dei fan.

3) Visualizzazione delle statistiche degli utenti collegati

Un post su un profilo può tenere traccia solo dei “Mi piace” e Commenti, ma non esiste alcun modo di sapere quante persone hanno interagito. Le pagine sono dotate di statistiche, dette Insights, che permettono di registrare gli accessi e le interazioni con la pagina ed è possibile visualizzare età, sesso, località degli utenti che interagiscono con i contenuti, utili per gestire la pubblicità a pagamento.

4) Campi informazioni aggiuntivi

Possiamo inserire di un’attività l’indirizzo, gli orari di apertura al pubblico, la fascia di prezzo, il parcheggio, i tipi di pagamento accettati.

5) Creazione di inserzioni pubblicitarie a pagamento

In base alle informazioni di cui al punto 3), possiamo programmare delle inserzioni pubblicitarie che raggiungano solo determinate categorie di utenti con certe caratteristiche, come il luogo, sesso, interessi, con un budget e tempi personalizzabili

6) Gestione multiutenza della pagina

Se un’azienda apre un profilo personale Facebook, è necessario che ogni persona che accede deve conoscere e-mail e password registrati. Questo comporta dei problemi di sicurezza… e se uno è “cattivello” e cambia la password?

Una pagina Facebook può essere gestita in multi utenza, dove ogni utente si collega alla pagina senza dover uscire dal proprio profilo ed ha mansioni relative al ruolo che riveste. (Gestore, Creatore di contenuti, Moderatore, Inserzionista, Analista di Insights).

7) Aggiungere tab alla pagina

Le tab sono delle applicazioni che permettono di collegarsi a pagine dedicate (esempio un modulo di una newsletter), un account Instagram, un canale Youtube.

Abbiamo inoltre sezionato una pagina Facebook per capire le sue parti essenziali ovvero:

  • l’immagine del profilo, che preferibilmente deve essere il logo aziendale
  • l‘immagine di copertina, che deve richiamare le attività dell’azienda, i prodotti, lo staff
  • le informazioni riassuntive sull’attività

 facebook profili contro pagine

Volete saperne di più? Ecco le slide!

Scarica le slide della quarta lezione

Like this Article? Share it!

About The Author

Classe 1983, sono laureata in Informatica a Firenze e la mia professione è lo sviluppatore software, ma nel tempo libero mi piace lavoricchiare come freelance, per la realizzazione di siti web e piccoli progetti di grafica digitale. In tempi recenti mi sono appassionata al mondo dei social media e web marketing e frequento con passione i corsi del Communication Strategies Lab dell'Università degli Studi di Firenze. Collaboro con associazioni sangimignesi, tra cui I Cavalieri di Santa Fina e CCN San Gimignano, per la redazione web e social media e con l'impresa Borgo degli Etruschi bags . Amo i gatti e la fotografia.