L'informatizzatore

Primi passi con Gimp

Gimp è acronimo di GNU Image Manipulation Program. È un potente programma di grafica Open Source, sviluppato inizialmente per Linux e poi convertito anche per le piattaforme Apple e Windows.

Il programma è completamente gratuito e si presenta con funzioni di buon livello per il fotoritocco e la manipolazione delle immagini.

gimp

La schermata di Gimp 2.8 si presenta con:

  • un pannello strumenti per modificare le immagini
  • un pannello livelli

Un livello è uno strato che compone un’immagine: ce ne possono essere più di uno e ognuno di loro è indipendente dall’altro; questo significa che se modifichiamo un livello, la modifica non si propaga sugli altri livelli sottostanti e sovrastanti. L’immagine finale sarà risultato di una composizione di livelli, ed ognuno può avere diverse dimensioni e diverse proprietà.

Schermata del 2013-01-31 16:33:06

Un livello è caratterizzato da:

  • nome, per distinguerlo dagli altri
  • presenza o assenza del canale alfa: un canale alfa codifica le informazioni sulla trasparenza per ogni pixel di un livello. È visibile nella finestra di dialogo canali: bianco è completamente opaco e nero è completamente trasparente mentre i livelli di grigio rappresentano diversi valori di parziali trasparenze. Questa proprietà ci tornerà utile per aggiungere ad un immagine un livello di sfondo trasparente.
  • visibilità: È possibile rimuovere un livello da un’immagine, senza distruggerlo, facendo clic sul simbolo dell'”occhio aperto” nella finestra di dialogo dei livelli, in modo da lavorare più agevolmente sugli altri livelli.
  • concatenamento ad altri livelli: se si fa clic tra le icone occhio e le miniature del livello, si ottiene la visualizzazione di un’icona a forma di catene, che abilita un gruppo di operazioni su insiemi multipli di livelli.
  • modalità: determina come i colori del livello vengono combinati con i colori dei livelli sottostanti per produrre il risultato visibile.
  • opacità: determina l’ammontare di quanto colore presente nei livelli sottostanti possa apparire attraverso la pila. L’opacità varia da 0 a 100; con 0 si intende completa trasparenza mentre 100 significa completa opacità.

Cominciamo a familiarizzare con gli strumenti di Gimp, creando una nuova immagine di dimensione predefinita 1600×1200 pixel.

Un’immagine nuova si crea da File -> Nuovo. Da Modelli è possibile creare un’immagine con dimensioni preimpostate; ad esempio se vogliamo stampare un poster di formato A3, esiste l’apposita opzione di risoluzione 300 dpi (dots per inch, cioè punti per pollice).

Si imposta poi l’orientamento, cioè verticale o orizzontale, e si salva.

Schermata del 2013-01-31 22:29:13

GIMP possiede un grande assortimento di strumenti. Questi permettono di eseguire una grande varietà di operazioni e possono essere divisi in cinque categorie:

  • Strumenti di selezione, che specificano e modificano una porzione dell’immagine che può essere soggetta ad ulteriori operazioni;
  • Strumenti di disegno, che alterano i colori in alcune parti dell’immagine;
  • Strumenti di trasformazione, che alterano la geometria dell’immagine;
  • Strumenti di colore, che alterano la distribuzione dei colori nell’intera immagine;
  • Altri strumenti, che non ricadono in nessuna delle suindicate quattro categorie.

 

Selezione di regioni contigue (bacchetta magica – fuzzy)

Lo strumento selezione regioni contigue (bacchetta magica – fuzzy) è progettato per selezionare delle zone dal livello attivo o dall’immagine in base alla somiglianza dei colori. Partendo da un clic su un punto dell’immagine (cliccando con il puntatore e non con la “manina”),  la selezione si espande esternamente ad esso, selezionando i pixel che confinano i cui colori sono simili a quelli del pixel di partenza. È possibile controllare la soglia di somiglianza trascinando il mouse verso il basso o verso destra: più lontano viene trascinato, più larga sarà l’area selezionata. E’ utile per selezionare aree all’interno di un contorno, o per ritoccare delle selezioni imperfette.

Selezione per colore

Lo strumento di selezione per colore è progettato per selezionare delle zone di un’immagine in base alla somiglianza dei colori. Funziona quasi come lo strumento di selezione regioni contigue (bacchetta magica). La differenza più importante tra questi due strumenti è che la bacchetta magica seleziona delle regioni contigue, con tutte le parti collegate al punto di partenza da tracciati che non sono separati da spazi molto grandi; mentre lo strumento di selezione per colore seleziona tutti i pixel che hanno un colore abbastanza simile a quello del pixel selezionato, indipendentemente dalla loro posizione. Inoltre il clic ed il trascinamento del mouse sull’immagine non ha alcun effetto per lo strumento di selezione per colore.

Esercizio su selezione per colore e fuzzy

  • creiamo un nuovo livello dall’icona del pannello dei livelli rappresentata dal foglio con il + e selezioniamo tra le opzioni “Colore di primo piano”. Il livello nero sarà sovrapposto al bianco di sfondo ed avendo opacità=100 il livello sottostante non si vede.
  • Disegniamo con lo strumento pennello degli scarabocchi sul foglio nero di un colore differente dal nero: nel mio caso ho preferito prendere un pennello a forma di stella. La finestra Opzioni strumento si apre dal menu Finestre -> Opzioni strumento; da qui è possibile controllare lo strumento, nel caso del pennello possiamo decidere il tipo, la modalità, la dimensione; avremo modo di approfondire le caratteristiche del pennello nelle prossime lezioni.
  • selezioniamo lo strumento “Selezione per colore” e clicchiamo dentro una delle stelle; tutte le stelle avranno il contorno “tratteggiato”, a dimostrazione che l’area è stata selezionata
  • cancelliamo con il tasto CANC

Ogni livello dell’immagine ha un sottofondo trasparente; pertanto quando andremo a cancellare un colore da un livello, questa parte cancellata apparirà trasparente. Infatti le stelle, diventate trasparenti, lasciano intravedere il livello bianco sottostante. E’ come se avessimo ritagliato da un cartoncino nero dei buchi a forma di stella e dopo abbiamo posto questo cartoncino su un altro bianco.

  • Annulliamo le modifiche cliccando su Modifica -> Annulla e torniamo al disegno iniziale.
  • Selezioniamo una delle stelle con lo strumento di selezione fuzzy: a differenza della selezione per colore, verrà selezionata solo la parte contigua e chiusa del vostro disegno di uno stesso colore; in questo  caso viene selezionata una sola stella
  • cancelliamo con CANC
Schermata del 2013-01-31 22:33:37

Effetto della selezione fuzzy

Per uscire dalla modalità di selezione clicchiamo su Seleziona -> Niente.

 

 

 

 

Like this Article? Share it!

About The Author

Classe 1983, sono laureata in Informatica a Firenze e la mia professione è lo sviluppatore software, ma nel tempo libero mi piace lavoricchiare come freelance, per la realizzazione di siti web e piccoli progetti di grafica digitale. In tempi recenti mi sono appassionata al mondo dei social media e web marketing e frequento con passione i corsi del Communication Strategies Lab dell'Università degli Studi di Firenze. Collaboro con associazioni sangimignesi, tra cui I Cavalieri di Santa Fina e CCN San Gimignano, per la redazione web e social media e con l'impresa Borgo degli Etruschi bags . Amo i gatti e la fotografia.